Descrizione immagine
Descrizione immagine

 


I cognomi
sono parole che hanno una funzione identificativa degli individui nella
comunità di appartenenza. Il loro uso si estese a strati sempre più consistenti
della popolazione a partire dall’ultimo Medio Evo e dal Rinascimento, ossia da
quando si affermarono nella nostra società procedure civili e religiose che ne
comportarono la cristallizzazione e la trasmissione in linea ereditaria.


I cognomi
riflettono la lingua e la cultura della collettività nella quale si sono
formati e rappresentano i simboli che uniscono le persone ai propri
consanguinei, cioè i segni distintivi delle famiglie di appartenenza. Essi ci
permettono di gettare uno sguardo lontano perché chiamare per cognome è come
far rivivere il passato, infatti ogni volta che ne pronunciamo uno non facciamo
altro che rievocare qualche nostro antenato che ha contribuito a creare la
comunità in cui viviamo, la quale affonda le proprie radici in una storia pluricentenaria.




Miro Tasso si è laureato in Scienze Biologiche e in Scienze Naturali all’Università di Padova,
in Storia all’Università Ca’ Foscari di Venezia e ha conseguito la laurea magistrale in Storia 
dal Medioevo all’Età Contemporanea presso il medesimo Ateneo..Insegna Scienze Naturali in un liceo 
scientifico statale della provincia di Venezia e ha collaborato con i
professori Giorgio Marcuzzi, Gian Antonio Danieli, GianUmberto Caravello
dell’Università di Padova e con il professor Enzo Lucchetti dell’Università di
Parma. L’elaborazione di dati biodemografici, in particolare l’analisi delle
distribuzioni dei cognomi nelle popolazioni linguistico-onomastiche del
Triveneto e di altri territori, ha prodotto una cinquantina di articoli
scientifici su varie riviste nazionali e internazionali di antropologia,
biologia umana e onomastica. Ha pubblicato dei libri di carattere storico,
inoltre ha diretto “Un onomasticidio di Stato” che è stato presentato al Trieste Film Festival del 2012
e il docu-video "Italiancich!" (2014).